Ripartizione spese eccedenza per perdita non individuata

Tutto sulla ripartizione delle spese: qui si discute su come dividere!

Moderatori: alberto, condominiale, Geomcap, CorradoB, antosecret, Am.i.co.

Ripartizione spese eccedenza per perdita non individuata

Messaggioda FGiancarlo » 13/03/2007, 16:45

Abito in un condominio costituito da quattro palazzine, ubicate in un giardino condominiale, per un totale di oltre 100 appartamenti ed altrettanti box tutti provvisti di contatori singoli ( divisionali ) che non dipendono dalla società erogatrice e di un contatore generale collocato su strada comunale che dipende dall’Acquedotto Pugliese società erogatrice.
L’Acquedotto Pugliese per circa due anni non ha potuto riscontrare l’effettivo consumo perché il contatore risultava fermo per guasto e quindi ha emesso bollette di pagamento basandosi sulla media dei consumi degli ultimi cinque anni come da proprio regolamento. In tale periodo di fermo, e quindi di mai avvenuta sostituzione di contatore, casualmente si riscontrava che a pochi metri dal contatore generale, nell’area adibita a giardino di pertinenza del condominio, c’era una perdita sulla rete idrica non facilmente individuabile perché l’acqua veniva assorbita dal terreno.
n tale periodo, venivano sempre fatte le singole letture negli appartamenti e box provvisti di contatori divisionali, che però non hanno alcun valore dal punto di vista del consumo per la società erogatrice, ma servono solo a ripartire i consumi tra i proprietari degli appartamenti e dei box sulla base della lettura di riferimento del contatore generale.
Tale perdita ha comportato un danno di svariate migliaia di euro.
Il condominio, a causa dei danni che riteneva di aver subito, iniziava una causa contro l’Acquedotto Pugliese purtroppo il verdetto è stato sfavorevole e quindi il condominio a breve termine dovrà pagare il consumo di acqua di tutto il periodo di sospeso pagamento comprensivo di spese per interessi di mora maturati più le spese legali.
Al fine di non incorrere in ulteriori contestazioni tra i condomini ed innescare ulteriori cause, si chiede come debbono essere ripartite le:
1) spese di dispersione
2) spese per interessi di mora
3) spese legali

Si chiede inoltre come fare per recuperare le somme dai condomini che hanno venduto gli appartamenti o i box visto che il giudizio come ogni causa si è conclusa solo dopo circa 10 anni ?

GRAZIE.
FGiancarlo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 09/01/2007, 14:59

Messaggioda Am.i.co. » 13/03/2007, 20:08

Tutte e tre le voci di spesa vanno ripartite con il medesimo criterio!

Ritengo che l'applicazione della tabella di Comproprietà Generale (in genere la "A") per i soli usufrutori del servizio idrico, sia la scelta migliore!

Per quanto riguarda i vecchi proprietari che hanno, nel frattempo, venduto, effettivamente, andranno responsabilizzati perchè la quota di pertinenza,sarà di loro competenza!

Potreste fare una ricerca anagrafica presso gli uffici competenti (si paga meno di un Euro a ricerca) per rintracciarli!

Saluti :D
Sul sito di Marco Venier - Amministratore di Condomini in Roma , troverai modulistica varia, art. del Codice Civile e legislazione sul Condominio e molto altro ancora.
Am.i.co.
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1704
Iscritto il: 27/03/2006, 17:35
Località: Roma

Messaggioda condominiale » 14/03/2007, 22:52

Il buon amministratore, come lo è Marco Venier, registra il nuovo indirizzo del condómino venditore dell'unità immobiliare specialmente quando sa che sono in corso procedimenti che potrebbero portare a situazioni debitorie.
Se hai ancora dubbi collegati qui: http://www.condomini.altervista.org
condominiale
Consulente del Forum
Consulente del Forum
 
Messaggi: 1821
Iscritto il: 30/01/2006, 22:59
Località: Lago di Garda

Messaggioda Lizzy » 15/03/2007, 12:33

Scusate l'intrusione... io forse sbaglierò, ma fare diviso per le persone che alloggiano ed alloggiavano nei vari appartamenti? Perchè può essere che in un appartamento grande abiti una sola persona e non credo sia proprio giusto fare diviso per MM di proprietà... Alla fine va penalizato chi ha l'appartamento grande quando magari su uno piccolo ce ne stanno 3/4 o più...
Cosa ne pensate?
Lizzy
Nuovo Utente
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 23/02/2007, 18:20
Località: Treviso (TV) - Italia

Messaggioda Am.i.co. » 15/03/2007, 13:10

Lizzy ha scritto:Scusate l'intrusione... io forse sbaglierò, ma fare diviso per le persone che alloggiano ed alloggiavano nei vari appartamenti? ...
Cosa ne pensate?


Rientra nella sfera decisionale del Condominio optare per l'una (applicazione dei millesimi) o l'altra (per numero di abitanti l'appartamento) soluzione.

Sta nel buon senso dei condòmini accordarsi sul criterio che ritengono migliore!

Personalmente, cmq, applicherei la soluzione dei millesimi!

...

Ti ringrazio, Beppe, per lo splendido complimento :oops: , ma sai benissimo che spesso, i condòmini venditori non comunicano i nuovi indirizzi. :roll:

Sarebbe preferibile che il subentrante chiamasse l'Amm.re e si accertasse dei debiti condominiali inerenti l'unità immobiliare che sta acquistando! :wink:

Nei casi in cui ciò è stato fatto, si è ottenuto il ripianamento della situazione debitoria grazie al fatto che il compratore, al rogito, ha decurtato l'importo del debito dal corrispettivo pattuito per la compravendita. 8)

Saluti :D
Sul sito di Marco Venier - Amministratore di Condomini in Roma , troverai modulistica varia, art. del Codice Civile e legislazione sul Condominio e molto altro ancora.
Am.i.co.
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1704
Iscritto il: 27/03/2006, 17:35
Località: Roma


Torna a Spese e riparti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti

cron
Sei qui: Home Forum L'Assemblea di Condominio.com Spese e riparti Ripartizione spese eccedenza per perdita non individuata